di Milena Costanzo
con Milena Costanzo, Rossana Gay, Francesco Pennacchia, Savino Paparella

Tra demonio e santità. Lab con Milena Costanzo

by • 23 settembre 2019 • Prima PaginaComments (0)37

2-6 dicembre 2019

Tra demonio e santità

laboratorio per giovani attori, registi e drammaturghi condotto da Milena Costanzo

 

“Non fare niente che non contribuisca alla poesia della grande trasformazione”

Julian Beck

“Questo laboratorio si propone di riprendersi ciò che ci stanno portando via. Attenzione, tempo, vista udito tatto olfatto gusto per la vitalità. Il sesto senso fa paura perché crea crepe inaspettate da dove esce ciò che non è sotto il nostro perpetuo e ottuso controllo. Ma in teatro serve proprio quel senso lì per creare le condizioni affinché il fantasma del padre appaia. Tragedia, commedia; male, bene; pensiero, azione; cercare la via di mezzo da dove poter andare a fondo.

Esercizi, prove e ascolto per affinare la consapevolezza nel riconoscere ciò che è realmente efficace in quanto stiamo creando e scartare invece le scorie senz’anima.”

Il laboratorio prevede lo studio a memoria dei testi che verranno proposti.

 

MILENA COSTANZO attrice e regista ha lavorato molti anni con Giorgio Barberio Corsetti, Claudio Morganti, Alfonso Santagata, Stephan Braunshweig, Roberto Bacci, Anton Milienin. Nel 2011 ha vinto il Premio Ubu con lo spettacolo Lucido insieme a Roberto Rustioni. Dal 2012 prosegue la sua ricerca lavorando alla trilogia Sexton-Dickinson-Weil.  Attualmente cura laboratori per attori professionisti.

 

ORARIO: dalle 10 alle 17

COSTO Gratuito su selezione

Inviare foto, cv e recapito telefonico a segreteria@pimoff.it

oggetto: Candidatura: NOME + COGNOME Lab TRA DEMONIO E SANTITA’

Chiusura candidatura 15 novembre.

Pin It

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>