Una tazza di mare in tempesta

11 novembre ore 10.30 – replica riservata alle scuole di

UNA TAZZA DI MARE IN TEMPESTA

liberamente tratto da Moby Dick di Melville

di Roberto Abbiati, con Roberto Abbiati in compagnia di Johannes Schlosser. Musiche e registrazioni a cura di Fabio Besana, scenografie costruite nei laboratori di scenotecnica di Armunia, in coproduzione con Armunia Festival Costa degli Etruschi

Età consigliata dai sei anni. Per 22 spettori alla volta.

una tazza di mare

Il mare. Cosa ti fa venire in mente il rumore del mare?

Il Moby Dick di Melville. Un libro. Tutto il mare in un libro.

S’accende qualcosa ogni volta che lo si prende in mano, il libro, e allora poi si comincia a immaginare in grande, balene, velieri, oceani, via, le cose più esagerate.

“Una tazza di mare in tempesta”, una piccola installazione, una piccola performance, per poco pubblico che assista a piccoli oggetti che evochino grandi cose.

Tutto rubato da Melville, per pochi minuti.

Come se si fosse nella stiva di una baleniera. Tutto qui.

“Una tazza di mare in tempesta” è una poetica e folgorante sintesi del romanzo, un’autentica immersione nelle atmosfere del libro di Melville: uno spettacolo incantevole ed emozionante che trasfigura la materia letteraria, rende vivi e veri i personaggi del racconto e coinvolge l’intero “equipaggio” in fantastiche avventure. Il regista e attore ci invita ad entrare in silenzio nel buio di una baleniera. Uno spettacolo per ragazzi e adulti di tutte le età.

PROMO dello spettacolo: https://vimeo.com/287998038

Roberto Abbiati attore, musicista e illustratore, insieme a Bano Ferrari e Carlo Pastori fonda il Teatro d’Artifici. Con Una tazza di mare in tempesta vince il Premio Fiesole per le arti. Al cinema, lavora con Carlo Mazzacurati nei film La giusta distanza e La Passione. Fonda un teatro a Salvador de Bahia in uno dei quartieri più violenti della città.

Matinée riservata alle scuole lunedì 11 novembre 2019 – ore 10.30

Prezzo del biglietto: 5 euro

1 accompagnatore per classe gratis.

 

Per info e contatti:

Antonella Miggiano: segreteria@pimoff.it

tel. 0254102612

www.pimoff.it

COSA DICONO I RAGAZZI DEGLI SPETTACOLI AL PIMOFF…

“Mi aspettavo una cosa molto più noiosa invece mi sono divertito un sacco e soprattutto, essendo un ragazzo abbastanza timido non me lo sarei aspettato,  per la prima volta mi sono sentito veramente tranquillo. Questa esperienza mi ha aiutato a crescere dentro e a farmi capire un po’ di cose riguardo la differenza tra ragazzi e adulti”.

Un ragazzo

 

“Durante il laboratorio i ragazzi sono stati sempre al centro dell’azione. Non sono mai stati meri fruitori o recipienti in cui versare le informazioni. Erano ATTORI e non SPETTATORI. Questo metodo li ha trasformati. Ha trasformato le loro facce, i loro corpi. I corpi erano sempre attivi, presenti. I loro visi erano illuminati, ridevano. Non ridevano distraendosi come spesso accade in aula, ma ridevano restando nelle regole dell’azione. Lo studente era costantemente messo alla prova e sfidato a migliorare”.

Una Professoressa

 

“Non si sono limitati a utilizzare i ragazzi per la messa in scena (come invece spesso accade in molti laboratori teatrali proposte alle scuole). La messa in scena è stato l’ultimo passo di un processo ben più complesso. Hanno lavorato attraverso giochi teatrali sulla loro reattività, sull’ascolto del gruppo, sulla creatività, stimolandoli. Li hanno preparati alla scena come delle guide attente al loro benessere. Hanno identificato da subito, le fragilità di ogni studente avendone la massima cura nel lavoro”.

Una Professoressa

 

I commenti fanno riferimento al laboratorio tenuto da Collettivo Dynamis a febbraio 2017 per il progetto FISH

ideazione e realizzazione Dynamis
produzione Dynamis – Teatro Vascello – Centro di Produzione Teatrale La Fabbrica
con il sostegno dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>