Cover_ PIM.indd

Dieci anni di Pim 2005-2015

by • 20 settembre 2015 • Prima PaginaComments (0)1830

In occasione dei 10 anni dell’Associazione Culturale Pim Spazio Scenico, la fondatrice e direttrice artistica del teatro PimOff Maria Pietroleonardo insieme a Roberto Rizzente, giornalista e critico teatrale, hanno deciso realizzare un libro dedicato all’attività dell’Associazione. Il risultato è il volume “Dieci anni di Pim. 2005-2015. Teatro e arti di uno spazio off” edito da Cue Press.

Il Libro
Cover_ PIM.indd

Dal PiM Spazio Scenico al PimOff, una polifonia di voci racconta e indaga i primi dieci anni di vita di un teatro periferico, capace di trovare forze ed energie nei margini e nelle irregolarità.
Nato dalla passione trascinante di Maria Pietroleonardo, il Pim si è distinto per i coraggiosi tentativi di politica culturale, che hanno favorito la diffusione e la valorizzazione di esperienze artistiche innovative ed eterodosse, sempre facendo attenzione alla qualità ed etica delle proprie proposte.

Gli Autori
Un libro ideato e curato con scrupolo dall’autore, giornalista e critico di teatro Roberto Rizzente – firma di «Hystrio» e Premio Nico Garrone 2012 – che si è avvalso della preziosa collaborazione di Antonella Cagali, ex editor della Ubulibri di Franco Quadri.

Il volume è in vendita on line sul sito di CuePress e presso il Teatro PimOff.

 

RECENSIONI

Unità nella diversità. Dieci anni di Pim. Di Michele Pascarella su Gagarin Magazine

“È appena stato pubblicato da Cue Press un volume che racconta il primo decennio di vita del PimOff, un pervicace teatro milanese di periferia. Ne abbiamo parlato con il curatore, il giornalista, autore e filmmaker Roberto Rizzente.” Continua a leggere l’articolo su Gagarin Magazine

Prova il Miracolo. Così rispondevano i membri del neonato Pim se chiedevi loro cosa significasse quella sigla a metà tra l’onomatopea da fumetto e il verso futurista. Era il 2005 e il miracolo era quello di scommettere su un progetto nuovo, nato nella semiperiferia milanese di uno scantinato di via Tertulliano: creare una Casa di cultura – una comunità più che un teatro – dove gli artisti potessero scambiare le proprie idee e dare vita a nuove prospettive, a nuove sinergie…

Continua a leggere l’articolo su Stratagemmi On Line

Diego Vincenti su Hystrio – Trimestrale di Teatro e Spettacolo n.1/2016

pimoff_hystrio

Pin It

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>